Caldo ed esiti

Sono finalmente arrivati gli esiti degli esami del sangue: I miei sono Perfetti mi e’ persino calato il colesterolo ( I trigliceridi sono leggermente aumentati ma sono ancora ben lontana dal limite) tutto bene dunque a parte che l’altro giorno quando sono andata a richiederli pensavo Di dover litigare perche’ dovevo portare le urine e quel giorno avevamo scordato il contenitore…poi ho avuto il ciclo quindi nisba e la tizia Al banco mi disse che avrei dovuto portarle Al massimo il giorno dopo senno’ me le avrebbe cancellate anche se avevamo gia pagato.  Ah e ovviamente entro le 9.30 vuoi scherzare? Che gia sono in ritardo “perche’ noi le facciamo col laser”… Mi chiedo quanto ci mettessero quando il laser non esisteva, un mese forse?

Qui il caldo e’ sempre di piu’ nonostante l’aria condizionata e dicono che nel weekend peggiorera’, io per ora mi godo un horror su italia 1

Annunci

Aggiornamento

È’ dalla scorsa primavera che non scrivo ma purtroppo avendo solo il tablet per ora sono piuttosto scomoda.

Gli esami estivi sono andati bene, ora sto scrivendo in camera mia al buio e fa un caldo assurdo nonostante la finestra aperta…e ve lo dice una che preferisce l’estate all’inverno eh.

Siccome a settembre avrò l’esame di danese in questi giorni studio o almeno ci provo…con questo caldo mi compariranno davanti i fratelli Mikkelsen prima o poi! (Chi ha visto Sherlock e hannibal mi capirà)

E domani ho le analisi del sangue.

Ve l’ho già detto che sono algofobica?

The imitation game

Ieri sono finalmente riuscita a vedere questo film sul tablet di un’amica.

Che dire? Alan Turing era un genio e lo hanno ucciso…si e’ suicidato e’ vero ma come giustamente mi ha fatto notare una ragazza su fb se togli speranza e sogni alle persone le uccidi, letteralmente.

Certo e’ stato riabilitato due anni fa ma quanti altri sono ancora “in attesa” di esserlo? E perche’ il duca e la duchessa di Cambridge non hanno hanno ancora risposto all’appello in proposito lanciato da Benedict Cumberbatch? (che oltre ad interprete e’ pure lontano parente del vero Alan?)

Fortunatamente non hanno mostrato le torture cui e’ stato sottoposto (sono un tipo strano: vedo gli horror senza problemi ma certe cose non le reggo…forse perche’ le torture in quel contesto mi fanno piu’ paura che negli horror i quali servono ad “esorcizzare” le paure di tutti noi. E comunque io dicevo ahi ahi pure mentre vedevo Ben in “hawking” e gli facevano la lombare…se volete lo trovate in inglese su you tube) li per li ho pure pensato “beh, quasi quasi era meglio due anni di galera almeno poi nessuno gli rompeva piu le palle”  poi riflettendoci mi sono detta “non sarebbe durato una settimana con gli altri detenuti, figuriamoci”.

Terapia ormonale.

Gli cresce il seno.

E si suicida mordendo una mela avvelenata da cianuro perche’ amava Biancaneve (sua madre insinuo’ che fosse stato un incidente).

Sarebbe da vedere “Pride” subito dopo e non solo per la presenza di Andrew Scott ma anche per “soluzione di continuita’” almeno quest’ultimo film ti rida’ speranza verso il genere umano.

A quelli che gli diedero gli ormoni sarebbe stato da darli a loro cosi forse gli cresceva un cervello.

E comunque spero siano morti di diarrea fulminante.

Che poi sarebbe la fine che dovrebbero fare tutti gli omofobi.

Ah dimenticavo: io sono etero

p.s: e se pensate che ora in uk una legge contro l’omofobia almeno ora ce l’hanno noi no…e lo stupro in Italia e’ reato contro la persona e non piu’ contro la morale solo da quando la sottoscritta aveva sette anni ossia: 1996.

Avete letto benissimo.

Acquisti e novita

Era un po che oltre al blog avevo voglia di scrivere un diario, più che altro anche per tenermi allenata con la scrittura in generale ma mi ha sempre frenata l’idea che potessero scoprirmi, così ne ho comprato uno col lucchetto e la chiave è’ Ben nascosta grazie al cielo. Questa cosa mi piace anche se è piuttosto piccolo e non so quanto durerà visto che non ho nemmeno la scrittura piccola, vabbè al massimo ne comprerò un altro.

Tra un po’ andrò ad informarmi in biblioteca per fare la tessera: col fatto che vivo fuori milano, che non ho la macchina e che sopprattutto non voglio dirlo ai miei mi toccherà andare per forza in settimana a meno che non sia in vacanza: Al momento le mie idee spaziano da divergent a salgari.

Avviso agli sherlockians: a dicembre 2015 esce lo speciale ma non si Sa ancora la data, 4 stagione a inizio 2016 probabilmente gennaio

Ritorno all’uni

Avere lezione solo di pomeriggio Al lunedi puo’ essere un vantaggio ma anche no: voi mi direte, “beh almeno dormi” in realta’ non sono mai stata particolarmente dormigliona anche probabilmente per motivi indipendenti dalla mia volonta’ (tipo alzarmi alle 6.30 gia alle medie per prendermi il Pullman che Al liceo divennero a partire dal terzo anno divennero le 5.45, non Sto scherzando). Anzi , a pensarci Bene gia alle elementari il sabato ero in piedi presto per via dei cartoni: non fate quella faccia, era l’unico giorno in cui potevo vedermeli in pace dovevo Ben approfittarne no?

Il guaio e’ che io sono una di quelle persone che Al pomeriggio e’ sveglissima ma a partire da meta’ pomeriggio in poi l’abbiocco e’ in agguato, ovvio che se sono in casa a farmi gli affari miei non me ne accorgo, ma se Sei seduta in una classe a quell’ora e’ dura andare avanti senza macchinetta dei caffe’.

Comunque ho un altro vantaggio: I miei la smettono di stressarmi: e’ vero che avevo gli esami e sono uscita poco anche per questo ma dove pensate che vada senza la macchina e con scarsita’ di mezzi pubblici in provincia? Con la neve che e’ venuta in questi giorni poi (ora si sta sciogliendo per fortuna) come ci vado in giro, Sulle Ali dei dragon flyz? O con il TARDIS?

Persone famose & bimbeminkia

Io sono una fan: Adoro un sacco di film libri e telefilm ma certe cose non le concepisco.

Grazie ad internet, che si Sa in fondo è’ piccolo e la gente mormora che alcune fans (spero di 18 anni al massimo ma ho i miei forti dubbi) si danno appuntamento su Twitter per poi trovarsi su un set di una determinata serie, io ne intendo una in particolare ma probabilmente vale per molti altri e stare lì anche tutto il giorno.

Nelle loro testoline sono sicura che penseranno “facendo così gli dimostriamo stima ed affetto e poi diciamocelo, senza di noi non sarebbero niente”

Allora, l’ultima frase è’ verosimile certo peccato che com’è ovvio a chiunque abbia un po di sale in zucca comportandosi come fanno tutto suscitano tranne che gratitudine, voglio dire: un conto è’ recitare a teatro ed essere consapevole che in sala ci sarà un tot di persone ad aspettarti altro è’ lavorare ad un film/serie tv con 50 persone fuori che bisbigliano,ridacchiano ed urlano ad ogni gesto che fai.

Non voglio essere ipocrita, anche io se capitasse mi fermerei ma per mezz’ora al massimo non tutto il giorno! Oppure se vedessi che fanno foto ed autografi non così!

Fino a 20-30 anni fa immagino fosse più facile:mettevi i bodyguards sul set a controllare chi entrava e usciva e se qualcosa finiva sui giornali eri certo che qualcuno aveva parlato, ora invece coi social network basta che uno esca alle sei del mattino per andare al lavoro o portare fuori il cane, veda gli attori che si recano sul set, tiri fuori l’iPhone e opla’: entro un paio d’ore ci sono 50 persone.

Troppa gente crede che fare l’attore equivalga a non lavorare e che andare alle premiere sia poco piu che uno svago per I patecipanti: peccato che Siano obbligati a farlo a meno che non abbiano 40 di febbre e che si ritrovino dopo ore tormentati da gente che non recepisce che sono esseri umani anche loro e vogliano assolutamente foto e autografo pure se e’ l’una di notte e la persona in questione crolli visibilmente Dal sonno.

E per di piu pensano: “mica possono cacciarci Dal set senno’li sputtaniamo”…fossi io Al loro posto le caccerei a calci!

E’ UN PERIODO STRANO…

… Dovrei vedere un paio di film e ancora non ci sono riuscita, per dire, so che Sembra una stupidaggine ma mi rode, cosi come avere solo il pad perche’ Al mio pc e’ partita la scheda video e il nostro conoscente cui l’abbiamo dato ancora non ce l’ha restituito.

Vorrei scrivere milioni di cose e non riesco a fare neppure quello: a proposito, mi scuso con tutti voi per essere stata cosi assente a lungo, il fatto e’ che non so mai cosa scrivere o come.

Mi piacciono gli abbracci e vorrei darne e/o riceverne di piu’.

E dopo queste str…ate vi lascio augurandovi una buona notte

Un anno da Whovian

Oggi per la prima volta un anno fa decisi d’iniziare a vedere sul serio una serie tv di cui avevo sentito parlare ma non abbastanza…non sapevo perche’ ma non era di quelle di cui si parla in continuazione, piu’ che altro captavo qualche cosa qua e la’.

Cosi’ dopo aver beccato per caso una puntata su rai4 senza averci capito granche’ (scoprii solo verso febbraio che era di quelle complicate e che per capirla ti serviva vedere tutto il resto) decisi di mettermici sul serio.

Iniziai il 29 novembre e finii la 1 serie l’8 dicembre (complice anche l’essere stata a casa da sola una giornata intera).

Il 29 marzo  dopo gran parte degli episodi sul tablet di un’amica ed essere stata a casa da lei tre giorni (causa la settimana di pausa dalle lezioni per via delle lauree) in cui ci siamo sciroppate 5-6-7 stagione + lo speciale finii la serie e mi misi ad aspettare insieme ad altri l’arrivo dell’ottava stagione.

Ora anche quella si e’ conclusa e le riprese per la nona inizieranno a gennaio.

Purtroppo la serie classica e’ pressoche’ introvabile nonostante abbia beccato degli episodi qua e la’ ma non importa.

Un alieno che viene da un pianeta lontano viaggiando su una cabina blu che chiunque puo’ chiamare in caso di bisogno.

Che ha visto mille mondi diversi ma pensa che noi umani siamo speciali.

Che ha perso in mille modi diversi i suoi compagni di viaggio ma non si e’ mai scoraggiato e ne ha trovati altri.

L’ultima incarnazione e’ brontolona con tratti infantili e sembra essere ritornata alle origini quando era piu’ interessato ad esplorare mondi che a salvare vite ma non importa e’ sempre Lui.

Anche se non conosciamo il suo nome.

E non lo vogliamo sapere.

Grazie mille Dottore.

Thank you BBC

Vita da nerd

Quando si pensa ai nerds li si identifica spesso con gente che se ne sta chiusa in casa a guardare film/telefilm o a giocare con i videogiochi.

Ammetto di non essere mai stata una che se non usciva al sabato sera dava di matto ma forse c’entra il fatto che al liceo non avevo molti amici per cui ci sono anche stata come dire, poco abituata per un bel po’, certo ora mi piace andare ad un happy hour e cose simili ma ovviamente intervengono altri fattori per esempio i soldi: sfido chiunque ad uscire anche solo per una passeggiata con gli amici senza spendere niente e non parlo di shopping ma di entrare in un bar a bere qualcosa che sia estate o inverno.

Io parlando di serie tv amo in particolare Sherlock e Doctor Who della BBC (se tra voi ci sono altri whovians o sherlockians lasciate un commento)  le trovo meravigliose e geniali, in Italia  a certe cose non saremmo arrivati nemmeno se i produttori fossero andati avanti ad LSD e MDMA per un anno…Io mi trasferirei in Uk solo per quelle e poi anche perche’ sono sicura che li’ mi capirebbero meglio.

Mi spiego: essendo che le hanno inventate loro perlomeno non verrai guardato come se stessi parlando in ostrogoto dalla maggior parte della gente che incontri…magari non conoscono le serie nel dettaglio ma almeno sanno di cosa stai parlando, ma d’altronde cosa si puo’ pretendere da gente che qui va avanti a Barbara d’urso?

Bambini

Ho un cugino di 12 anni piu’ grande di me, causa eta’ e diversita’ di carattere non siamo mai andati molto d’accordo: lui ora ha un figlio di quasi 3 anni e la sua compagna e’ di nuovo incinta, a gennaio avranno un altro maschio.

Io non sono mai stata una grande patita di bambini tutt’altro…alla mia eta’ molti dicono che dovrei sentire l’istinto materno ma io non provo proprio niente del genere anzi, quando sento un gruppetto di bambini correre e strillare mi da’ fastidio (colpa anche del fatto che dove abito per tutta l’estate almeno una decina di bambini hanno corso e urlato nel cortile interno almeno dalle 17.30 alle 20 ogni giorno nonostante sia proibito dal regolamento condominiale).

Divento un pochino piu’ tollerante quando entrano nell’eta’ scolare ed in un certo senso puoi cominciare a ragionarci ma sopprattutto non sopporto la maleducazione che i genitori trasmettono ai figli.

Quello di mio cugino e’ piuttosto vivace ad esempio e va bene, succede ma lui, la sua compagna e i nonni (i miei zii) la prendono come scusante per ogni cosa che fa: tempo fa era venuto qui con la madre e mentre lei era a parlare con la mia in cucina il bambino e’ venuto in camera mia (io stavo vedendomi un telefilm in streaming) ed ha cominciato a toccare dappertutto mentre mio padre gli veniva dietro per evitare di farsi male…in tutto questo non ho sentito un solo richiamo da parte della madre, neanche un “vieni qui”.  Ora, io non dico che uno debba stare chiuso in casa con un figlio di tre anni ma se vai in casa d’altri o in un luogo pubblico devi anche tenere a mente che non tutti vogliono star dietro a tuo figlio, ok io sono imparentata ma e’ comunque TUO figlio non il mio ed io non faccio la babysitter.

E poi se me ne sono stata in camera mia invece che scendere in cucina con voi un motivo ci sara’ no?

I miei dicono che non devo fare l’asociale e che quando avevo la sua eta’ erano gli altri a star dietro a me: puo’ darsi ma so per certo che se eravamo in casa d’altri col cavolo che potevo girare indisturbata per casa, figuriamoci, proprio i miei terrorizzati dal fatto che gli facessi fare brutta figura davanti ad altri….

Trovo che  questa mentalita’ sia piuttosto diffusa in Italia: se una coppia ha un figlio ed esce con amici che non ne hanno tutti sono comunque obbligati a vezzeggiare il pargolo e se stanno in casa poco ci manca che debbano fare la casa a misura di neonato anche quelli che non hanno figli altrimenti vengono tacciati d’insensibilita’ e a momenti crudelta’.

Non fraintendetemi: anche io sono convinta che i bambini siano il nostro futuro e che se ne nascono e’ meglio vista la bassa natalita’ che abbiamo in Italia ma il fatto che io o altri non stiamo li ogni minuto a fargli “pucci pucci” NON ci rende dei mostri, semplicemente ci sentiamo meno portati a sopportarli.

Tutto qui